Vai al sito in italiano Vai al sito in inglese


DIE CASTING - Pressofusione

Sistema di ancoraggio magnetico di tipo M-TECS per Pressofusione  progettato appositamente per macchine a pressofusione

  • Resiste fino a 230°C
  • Adatto sia a presse orizzontali che verticali
  • Disponibile con o senza piano per caldo integrato
  • Dimensioni e forma secondo le esigenze del cliente

 

Funzionamento e interfaccia del sistema di ancoraggio magnetico


Il sistema magnetico elettropermanente è ancorato anche nel caso venga a mancare la corrente elettrica. L’energia elettrica è necessaria per soli 1 o 2 secondi per magnetizzare (ancorare) il sistema. Durante il funzionamento della macchina, il sistema funziona indipendentemente da qualsiasi fonte energetica. Solo per smagnetizzare l’energia elettrica è richiesta nuovamente. La forza magnetica è generata da un sottilissimo, ma forte campo magnetico. Esso penetra la base dello stampo di pochi millimetri e pertanto non ha impatto sul pezzo da lavorare. Possono essere raggiunte forze magnetiche tra i 2 e i 5kg/cm2 , a seconda della superficie, in particolare, più è grande lo stampo, maggiore è la forza magnetica. Si possono raggiungere forze di ancoraggio ad esempio di 500, 1000, 2000 kN. Le forze possono essere adattate a seconda delle caratteristiche della macchina. Il progetto dei piani magnetici è flessibile, inoltre forma e misure possono essere determinate assecondando le richieste dei clienti. I piani hanno uno spessore di circa 55mm. Fori addizionali per estrattore, anelli di centraggio, spine di posizionamento così come fori passanti per punzonatura (formatura metalli), possono essere facilmente integrati nei piani magnetici. Non ci sono limiti alle forme geometriche dei piani magnetici. Su richiesta, il sistema è disponibile con temperatura di lavoro massima fino a 230°. Resiste all’accumulo di sporco, ad agenti di separazione stampi e al sottovuoto. Il costante monitoraggio automatico delle condizioni di ancoraggio, della temperatura e del posizionamento dello stampo dà il massimo della sicurezza.

Il sistema consiste di due piani magnetici elettropermanenti, centralina di comando, tastiera pensile, un set completo di cavi e, nella maggior parte dei casi, può essere installato in poche ore.

L’interfaccia con la pressa avviene come da EUROMAP 70.0 o 70.1, oppure, su richiesta del cliente, come un semplice contatto no-volt all’interruttore di emergenza o al comando della macchina.

Gli stampi, anche se non standard,  possono essere cambiati facilmente e rapidamente. Dal momento che la forza di ancoraggio è distribuita su tutta la superficie, l’uso di utensili è considerevolmente ridotto, il che significa costi di manutenzione degli utensili più bassi. Senza parti mobili, il sistema non necessita di manutenzione. È possibile adattarlo a macchine per pressofusione già esistenti o installarlo su nuove. Essendo M-TECS 210 resistente fino a 230°C, copre ampiamente l’escursione termica che può esservi nell’industria della pressofusione. I poli magnetici sono progettati per fornire una forza magnetica di 2 kg/cm2 o, alternativamente, di 5 kg/cm2 (tecnologia doppio magnete). Per la progettazione del polo lungo, basata sulla tecnologia a doppio magnetismo, vengono usati materiali della migliore qualità. Il notevole effetto concentrazione di campo magnetico rende il sistema molto più forte di qualsiasi piano magnetico del suo genere.

La linea di prodotto “M-TECS” incarna la tecnologia di ancoraggio magnetico, che significa ancoraggio rapido al massimo livello e offre all’utente benefici sostanziali:

    

  • Gli stampi, anche se non standard, possono essere cambiati facilmente e rapidamente senza bisogno di riattrezzamento
  • La forza di ancoraggio distribuita a tutta superficie, assicura ancoraggio a flessione ridotta, con conseguente alta qualità del prodotto e meno attrezzatura
  • Minori costi di manutenzione e riparazione
  • Assenza di tempi morti per il riscaldamento o il raffreddamento nella pressa.
  • Breve permanenza nell’area calda, meno bruciature
  • Assenza di cave a T tra il piano per caldo e lo stampo
  • Temperature più omogenee all’interno dello stampo
  • Tempi di fermo ridotti, costi di installazione minori, quindi maggior produttività
  • Tempi di installazione ridotti che permettono di processare piccole quantità
  • Gestione sicura e senza fatica, di facile utilizzo semplice per l’operatore
  • Il monitoraggio del processo fornisce assoluta sicurezza, maggiore sicurezza per l’operatore e  la macchina
  • L’ancoraggio è possibile anche in posizioni con difficoltà di accesso.

 

Dati tecnici M-TECS – Pressofusione

  • Temperatura massima 230°C (versione standard)
  • Forza magnetica specifica: 18 kg/cm2 (sul polo)
  • Forza magnetica effettiva: max. 5 kg/cm2 ( in relazione alla superficie di ancoraggio)
  • Profondità della penetrazione magnetica: tra i 15 e i 20mm
  • Spessore del piano: 55mm
  • Fissaggio dei piani magnetici: come da EUROMAP
  • Interfaccia : EUROMAP 70.0  o 70.1 o, su richiesta del cliente, come un semplice contatto no-volt all’interruttore di emergenza o al comando della macchina.

 

Caratteristiche speciali:

  • Doppio sistema di ancoraggio magnetico  
  • Tecnologia polo lungo
  • Effetto concentrazione di campo a polo lungo con alta densità di forza. L'effetto concentrazione di campo brevettato M-TECS rende il sistema molto più forte di qualsiasi piano magnetico del suo genere. La tecnologia polo lungo a doppio magnetismo garantisce prestazioni notevoli. Le forze magnetiche effettive esterne alla superificie dello stampo sono concentrate sulla superficie di ancoraggio.
  • Anche gli stampi più piccoli sono ancorati saldamente.

Avvertenze per la sicurezza

Una centralina di comando separata fornita con il sistema di ancoraggio magnetico assicura sicurezza per l’operatore e la macchina. Durante l’intero ciclo di lavorazione, i parametri di forza magnetica, la posizione di attrezzamento e la temperatura sono costantemente monitorate da questo sistema di comando. Il minimo movimento di un semistampo blocca la macchina garantendo la massima sicurezza. Una spia sulla tastiera pensile segnala costantemente le condizioni del sistema.

M-TECS 210 è testato secondo le norme CE e rispetta le direttive applicabili “Macchine” 98/37 CEE, “Bassa tensione” 73/23 CEE e EMC 89/336.

L’interfaccia con la pressa è gestita come un semplice contatto no-volt all’interruttore di emergenza o al comando della macchina.. L’ultima versione del dispositivo di controllo include l’interfaccia come da EUROMAP 70.1 o 70.0. Sono possibili soluzioni personalizzate.






Stampa Stampa  stampa Invia

web solution Intertech Italia